Chirurgia del mento

Perché la chirurgia del mento?

La chirurgia additiva del mento è una procedura che viene solitamente richiesta dal paziente che desidera correggere l’armonia complessiva del viso, compromessa da un mento non ben proporzionato rispetto alla bocca, al naso, agli occhi e alla fronte. Questo tipo di intervento, chiamato anche mentoplastica, serve quindi per correggere un mento cosiddetto sfuggente, donando al profilo un carattere di maggior forza.

In cosa consiste

La chirurgia additiva del mento consiste nell’inserimento di una protesi via endorale (vale a dire attraverso il cavo orale e più precisamente il solco gengivale) e, molto spesso, viene associata a una rinoplastica per raggiungere il risultato di un profilo armonico.

Come avviene l’intervento

La procedura viene eseguita in ambulatorio chirurgico con anestesia locale, tramite iniezione con ago sottile all’emergenza dei nervi del mento.

Dopo aver eseguito l’incisione gengivale, i muscoli vengono staccati indietro, creando una tasca che, a contatto con l’osso, mantiene la protesi in posizione. La mucosa viene poi richiusa con punti riassorbibili.

Pre-operatorio

Due settimane prima dell’intervento devono essere sospesi gli antinfiammatori e tutti i medicinali contenenti acido acetilsalicilico (es. Aspirina, Cemerit, Vivin C, ecc.). Le analisi del sangue richieste devono indicare i valori della coagulazione.

Post-operatorio

Per i 2/3 giorni successivi all’operazione può persistere un notevole gonfiore accompagnato da eventuali piccoli accumuli di sangue che scompaiono nel giro di 7 giorni. La presenza di processi infettivi cutanei (es. acne in fase attiva, ecc.) è un effetto collaterale della procedura.

Il recupero dura circa una settimana durante la quale è importante non masticare cibi solidi per evitare un movimento della protesi ed eliminare dalla propria dieta cibo caldo o piccante che potrebbe causare una sensazione di bruciore sull’incisione.

Nelle 2 settimane successive all’intervento, inoltre, è consigliabile evitare l’esposizione al sole e l’utilizzo di lampade abbronzanti.

La mentoplastica è dolorosa?

La mentoplastica non è eccessivamente dolorosa, ma può comportare una forte riduzione della sensibilità unita a una sensazione di tensione del mento durante le settimane successive all’intervento.

Nessuna cicatrice esterna persiste dopo l’operazione poiché la protesi viene introdotta attraverso il solco gengivale.